Descrizione Progetto

Navata di destra

La presentazione di Gesù al tempio
La tela è opera della prima metà del XVII secolo di Giovan Mauro della Rovere detto il Fiammenghino, pittore attivo a Milano a cavallo tra il XVI e XVII secolo. L’opera, di chiaro stampo manierista, presenta in primo piano da sinistra a destra un paggio che regge il turibolo ed il cero, il sacerdote che regge il Bambino, Maria inginocchiata, Giuseppe con il cero ed una donna che regge la gabbietta con le due tortore. In secondo piano sono ammassati vari personaggi con vesti dai colori squillanti. Lo sfondo architettonico, in scorcio, viene utilizzato per dare profondità alla scena.

 

Confessionale
Il confessionale in noce è prodotto di artigianato locale realizzato alla fine del XIX secolo in stile neogotico.

 

Monumento funebre a Felice Biella
Felice Biella fu giureconsulto e ministro di Napoleone ma anche presidente del tribunale civile sotto l’Austria. L’opera fu commissionata allo scultore Francesco Somaini che l’eseguì nel 1841. Di gusto neoclassico, manifesta tuttavia già una sensibilità romantica, soprattutto nei particolari espressivi della figura del Biella. Il monumento mostra una doppia base rettangolare su cui è collocata l’arca funebre, sorretta da due leoni accovacciati. L’arca è decorata con motivi geometrici e sopra di essa è posta distesa la statua del defunto in abito dottorale.


Madonna con Bambino, affresco di un ignoto pittore di inizio XVI secolo, precedentemente situato nella pazza antistante la chiesa, staccato nel 1653 e trasportato in Chiesa per salvarlo in seguito alla demolizione di alcune abitazioni.