Feast of the Holy Family of Jesus, Mary and Joseph – Year A – Ambrosian Rite

 

Processional Hymn

 

INTRODUCTORY RITES

 

In the name of the Father, and of the Son, and of the Holy Spirit.

Amen.

The grace of our Lord Jesus Christ and the love of God and the fellowship of the Holy Spirit be with you all.

And with your spirit.

PENITENTIAL RITE

Lord Jesus, Son of God, you were born of the Virgin to become one like us. Kyrie, eleison.

All: Kyrie, eleison.

Lord Jesus, Son of man, you heal our weakness. Kyrie, eleison.

All: Kyrie, eleison.

Lord Jesus, first born of the Father, you gather us as one family.

All: Kyrie, eleison.

 

May almighty God have mercy on us, forgive us our sins, and bring us to everlasting life.

Amen.

 

Glory to God in the highest, and on earth peace to people of good will. We praise you, we bless you, we adore you, we glorify you, we give you thanks for your great glory, Lord God, heavenly King, O God, almighty Father. Lord Jesus Christ, Only Begotten Son, Lord God, Lamb of God, Son of the Father, you take away the sins of the world, have mercy on us; you take away the sins of the world, receive our prayer; you are seated at the right hand of the Father, have mercy on us. For you alone are the Holy One, you alone are the Lord, you alone are the Most High, Jesus Christ, with the Holy Spirit, in the glory of God the Father. Amen.

 

OPENING PRAYER

O God, who were pleased to give us the shining example of the Holy Family, graciously grant that we may imitate them in practicing the virtues of family life and in the bonds of charity, and so, in the joy of your house, delight one day in eternal rewards. Through our Lord Jesus Christ, your Son, who lives and reigns with you in the unity of the Holy Spirit, God, for ever and ever. Amen.

LITURGY OF THE WORD

FIRST READING (7:27-30.32-36)

A reading of the book of Sirach

With your whole heart honor your father; your mother’s birth pangs forget not. Remember, of these parents you were born; what can you give them for all they gave you? With all your soul, fear God, revere his priests. With all your strength, love your Creator, forsake not his ministers. To the poor man also extend your hand, that your blessing may be complete; be generous to all the living, and withhold not your kindness from the dead. Avoid not those who weep, but mourn with those who mourn; neglect not to visit the sick, for these things you will be loved. In whatever you do, remember your last days, and you will never sin.

The word of the Lord

Thanks be to God.

RESPONSORIAL PSALM Ps 127

  1. Life and blessing on the house which fears the Lord.

 

Happy are all who fear the Lord, who walk in the ways of God. What your hands provide you will enjoy; you will be happy and prosper. R.

Like a fruitful vine your wife within your home, like olive plants your children around your table. R.

Just so will they be blessed who fear the Lord. May the Lord bless you from Zion, all the days of your life that you may share Jerusalem’s joy. R.

EPISTLE

(3:12-21)

A reading from the letter of saint Paul to the Colossians

Brothers: Now as you excel in every respect, in faith, discourse, knowledge, all earnestness, and in the love we have for you, may you excel in this gracious act also. I say this not by way of command, but to test the genuineness of your love by your concern for others. For you know the gracious act of our Lord Jesus Christ, that for your sake he became poor although he was rich, so that by his poverty you might become rich. And I am giving counsel in this matter, for it is appropriate for you who began not only to act but to act willingly last year: complete it now, so that your eager willingness may be matched by your completion of it out of what you have. For if the eagerness is there, it is acceptable according to what one has, not according to what one does not have; not that others should have relief while you are burdened, but that as a matter of equality your surplus at the present time should supply their needs, so that their surplus may also supply your needs, that there may be equality. As it is written: “Whoever had much did not have more, and whoever had little did not have less.”

The word of God

Thanks be to God.

GOSPEL ACCLAMATION

Alleluia. May the peace of Christ reign in your hearts; let the word of Christ dwell in you richly. Alleluia.

GOSPEL (Lk 2:22-33)

A reading from the Holy Gospel according to Luke

When the days were completed for their purification according to the law of Moses, they took him up to Jerusalem to present him to the Lord, just as it is written in the law of the Lord, “Every male that opens the womb shall be consecrated to the Lord,” and to offer the sacrifice of “a pair of turtledoves or two young pigeons,” in accordance with the dictate in the law of the Lord. Now there was a man in Jerusalem whose name was Simeon. This man was righteous and devout, awaiting the consolation of Israel, and the holy Spirit was upon him. It had been revealed to him by the holy Spirit that he should not see death before he had seen the Messiah of the Lord. He came in the Spirit into the temple; and when the parents brought in the child Jesus to perform the custom of the law in regard to him, he took him into his arms and blessed God, saying: “Now, Master, you may let your servant go in peace, according to your word, for my eyes have seen your salvation, which you prepared in sight of all the peoples, a light for revelation to the Gentiles, and glory for your people Israel.” The child’s father and mother were amazed at what was said about him.

The Gospel of the Lord.

Praise to you, Lord Jesus Christ.

(the HOMILY follows)

PRAYER OF THE FAITHFUL

Reader: Lord hear us.

All: LORD, GRACIOUSLY HEAR US.

We all pray together to our Mother:

Hail Mary, full of Grace, the Lord is with thee. Blessed art thou among women, and blessed is the fruit of thy womb, Jesus. Holy Mary, Mother of God, pray for us sinners now, and at the hour of death. Amen

LITURGY OF THE EUCHARIST

 

(all exchange a sing of peace)

According to the invitation of the Lord, before presenting our gifts to the altar, let us offer each other the sign of peace.

 

PREPARATION OF THE GIFTS

My dear brothers and sisters, called to take part in the same bread and the same chalice, let us confess our faith in communion with the whole catholic Church.

THE PROFESSION OF FAITH

I believe in one God, the Father almighty, maker of heaven and earth, of all things visible and invisible. I believe in one Lord Jesus Christ, the Only Begotten Son of God, born of the Father before all ages. God from God, Light from Light, true God from true God, begotten, not made, consubstantial with the Father; through him all things were made. For us men and for our salvation he came down from heaven,

(all bow during the next three lines)

and by the Holy Spirit

was incarnate of the Virgin Mary,

and became man.

For our sake he was crucified under Pontius Pilate, he suffered death and was buried, and rose again on the third day in accordance with the Scriptures. He ascended into heaven and is seated at the right hand of the Father. He will come again in glory to judge the living and the dead and his kingdom will have no end. I believe in the Holy Spirit, the Lord, the giver of life, who proceeds from the Father and the Son, who with the Father and the Son is adored and glorified, who has spoken through the prophets. I believe in one, holy, catholic and apostolic Church. I confess one Baptism for the forgiveness of sins and I look forward to the resurrection of the dead and the life of the world to come. Amen!

PRAYER OVER THE GIFTS

Receive with favor, O Lord, we pray, the offerings of your people, that what they profess with devotion and faith may be theirs through these heavenly mysteries. Through Christ our Lord. Amen.

EUCHARISTIC PRAYER

The Lord be with you.

And with your spirit.

Lift up your hearts.

We lift them up to the Lord.

Let us give thanks to the Lord our God.

It is right and just.

(…)

And so we join the angels and the saints in proclaiming your glory as we sing(say):

Holy, holy, holy Lord. God of power and might. Heaven and earth are full of your glory. Hosanna in the highest. Blessed is he who comes in the name of the Lord. Hosanna in the highest.

(please kneel for the CONSECRATION)

(…)

Let us proclaim the mystery of faith.

Christ has died, Christ has risen, Christ will come again.

(…)

Through him, with him, in him, in the unity of the Holy Spirit, all glory and honour is yours, almighty Father, for ever and ever.

Amen.

(The priest takes the host and breaks it over the chalice. He places a small piece of the host in the chalice. Meanwhile the following verse is read.)

 

The Lord Jesus, at twelve years old, grew in wisdom and stature, and in favor with God and men.

 

RITE OF COMMUNION

Let us pray with confidence to the Father in the words our Saviour gave us:

Our Father who art in heaven, hallowed be thy name. Thy kingdom come. Thy will be done on earth, as it is in heaven. Give us this day our daily bread, and forgive us our trespasses, as we forgive those who trespass against us, and lead us not into temptation, but deliver us from evil.

(…)

For the kingdom, the power, and the glory are yours, now and for ever.

Lord Jesus Christ, you said to your apostles: “I leave you peace, my peace I give you”, look not on our sins, but on the faith of your Church, and grant us the peace and unity of your kingdom where you live for ever and ever.

Amen.

The Peace of the Lord be with you always.

And with your spirit.

Behold the Lamb of God, behold him who takes away the sins of the world. Blessed are those called to the Supper of the Lamb.

Lord, I am not worthy that you should enter under my roof, but only say the word and my soul shall be healed.

COMMUNION

PRAYER AFTER COMMUNION

O God, who touch us through our partaking of your Sacrament, work, we pray, the effects of its power in our hearts, that we may be made fit to receive your gift through this very gift itself. Through Christ our Lord. Amen.

CONCLUDING RITE

 

The Lord be with you.

And with your spirit.

Kyrie, eleison.

Kyrie, eleison.

Kyrie, eleison.

May almighty God bless you, the Father, and the Son, and the Ê Holy Spirit. Amen.

Let us go in peace.

In the name of Christ.

 

Recessional Hymn

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE – Anno A – Rito Ambrosiano

RITI DI INTRODUZIONE

ALL’INGRESSO

Esulti di gioia il padre del giusto, gioisca la madre che l’ha generato.

ATTO PENITENZIALE

Sac. Fratelli e sorelle, accogliamo la misericordia di Dio e la grazia del perdono per saper tornare ad amarci intensamente, di vero cuore, come il Signore Gesù ci ha amati.

Sac. Figlio della Famiglia di Nazaret, che della vita nascosta fai il preludio del tuo Vangelo di salvezza: Kyrie, eléison.

Kyrie, eléison.

Sac. Figlio di Maria e Giuseppe, miracolo della lieta prossimità di Dio: Kyrie, eléison:

Kyrie, eléison.

Sac. Figlio di Dio, che a Nazaret srotoli le antiche promesse di un popolo santo: Kyrie, eléison.

Kyrie, eléison.

Sac. Dio onnipotente abbia misericordia di noi perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.

Amen.

GLORIA

Gloria a Dio, nell’alto dei cieli, e pace in terra agli uomini di buona volontà. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. Signore, Figlio Unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del padre; tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi; tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo, Gesù Cristo, con lo Spirito Santo; nella gloria di Dio Padre. Amen.

ALL’INIZIO DELL’ASSEMBLEA LITURGICA

Preghiamo.

O Dio onnipotente, che hai mandato tra noi il tuo unico e dilettissimo Figlio a santificare i dolci affetti della famiglia umana e a donare, con la sua immacolata condotta e con le virtù di Maria e di Giuseppe, un modello sublime di vita familiare, ascolta la preghiera della tua Chiesa: concedi ai coniugi le grazie della loro missione di sposi e di educatori e insegna ai figli l’obbedienza che nasce dall’amore. Per Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.

Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA

LETTURA (Sir 7, 27-30. 32-36)

Lettura del libro del Siracide

Onora tuo padre con tutto il cuore e non dimenticare le doglie di tua madre. Ricorda che essi ti hanno generato: che cosa darai loro in cambio di quanto ti hanno dato? Con tutta l’anima temi il Signore e abbi riverenza per i suoi sacerdoti. Ama con tutta la forza chi ti ha creato e non trascurare i suoi ministri. Anche al povero tendi la tua mano, perché sia perfetta la tua benedizione. La tua generosità si estenda a ogni vivente, ma anche al morto non negare la tua pietà. Non evitare coloro che piangono e con gli afflitti mostrati afflitto. Non esitare a visitare un malato, perché per questo sarai amato. In tutte le tue opere ricordati della tua fine e non cadrai mai nel peccato.

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio.

SALMO Sal 127 (128)

Vita e benedizione sulla casa che teme il Signore.

Beato chi teme il Signore e cammina nelle sue vie. Della fatica delle tue mani ti nutrirai, sarai felice e avrai ogni bene. R.

La tua sposa come vite feconda nell’intimità della tua casa; i tuoi figli come virgulti d’ulivo intorno alla tua mensa. R.

Ecco com’è benedetto l’uomo che teme il Signore. Ti benedica il Signore da Sion. Possa tu vedere il bene di Gerusalemme per tutti i giorni della tua vita! R.

EPISTOLA (Col 3, 12-21)

Lettera di san Paolo apostolo ai Colossesi

Fratelli, scelti da Dio, santi e amati, rivestitevi dunque di sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di magnanimità, sopportandovi a vicenda e perdonandovi gli uni gli altri, se qualcuno avesse di che lamentarsi nei riguardi di un altro. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi. Ma sopra tutte queste cose rivestitevi della carità, che le unisce in modo perfetto. E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo.

E rendete grazie! La parola di Cristo abiti tra voi nella sua ricchezza. Con ogni sapienza istruitevi e ammonitevi a vicenda con salmi, inni e canti ispirati, con gratitudine, cantando a Dio nei vostri cuori. E qualunque cosa facciate, in parole e in opere, tutto avvenga nel nome del Signore Gesù, rendendo grazie per mezzo di lui a Dio Padre.

Voi, mogli, state sottomesse ai mariti, come conviene nel Signore. Voi, mariti, amate le vostre mogli e non trattatele con durezza. Voi, figli, obbedite ai genitori in tutto; ciò è gradito al Signore. Voi, padri, non esasperate i vostri figli, perché non si scoraggino.

Parola di Dio.

Rendiamo grazie a Dio.

CANTO AL VANGELO

Alleluia. La pace di Cristo regni nei vostri cuori; la parola di Cristo abiti tra voi nella sua ricchezza. Alleluia.

VANGELO (Lc 2, 41-52)

Lettura del Vangelo secondo Luca

In quel tempo. I genitori del Signore Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme. Dopo tre giorni lo trovarono

nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte. Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre ed io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro. Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

Parola del Signore.

Lode a te, o Cristo.

(Segue l’OMELIA)

DOPO IL VANGELO

Ridiscese Gesù nella casa di Nàzaret con Maria e con Giuseppe e visse a loro sottomesso.

PREGHIERA UNIVERSALE

Sac. Fratelli e sorelle, innalziamo le nostre suppliche al Padre, sorgente del vero amore, perché nel suo unico Figlio ricolmi il mondo e le nostre famiglie di ogni grazia e benedizione.

Benedici, Padre, le nostre famiglie.

Per la Chiesa, famiglia dei tuoi figli: sia la comunione il segno luminoso della fedeltà e della testimonianza del Vangelo, ti preghiamo. R.

Per tutte le famiglie: sull’esempio della famiglia di Nazaret vivano la fede in te come luce che illumina l’esistenza, ti preghiamo.. R.

Per i genitori e i figli: la consapevolezza delle difficoltà non inclini a trasformare tutta la vita in un problema, ma li renda instancabili cercatori di speranza, ti preghiamo. R.

A CONCLUSIONE DELLA LITURGIA DELLA PAROLA

Larga scenda la tua benedizione, o Padre di misericordia, sulle nostre famiglie perché dal tuo provvido amore ricevano l’aiuto necessario nelle difficoltà della vita e, superato ogni affanno, si ritrovino insieme nella felicità della tua casa. Per Cristo nostro Signore. Amen.

LITURGIA EUCARISTICA

PROFESSIONE DI FEDE

Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili. Credo in un solo Signore, Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo, e per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture, è salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avrà fine. Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo Battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà. Amen!

SUI DONI

Accogli, o Dio, questo sacrificio di salvezza e, per l’intercessione della vergine Maria e di san Giuseppe, fa’ che le nostre famiglie vivano nella tua amicizia e nella tua pace. Per Cristo nostro Signore. Amen.

PREFAZIO

È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie sempre, qui e in ogni luogo, a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno. Il tuo unico Figlio, venendo ad assumere la nostra condizione di uomini, volle far parte di una famiglia per esaltare la bellezza dell’ordine da te creato e riportare la vita familiare alla dignità alta e pura della sua origine. Nella casa di Nàzaret regna l’amore coniugale intenso e casto; rifulge la docile obbedienza del Figlio di Dio alla vergine Madre e a Giuseppe, l’uomo giusto a lei sposo; e la concordia dei reciproci affetti accompagna la vicenda di giorni operosi e sereni. O famiglia nascosta ai grandi della terra e alla fama del mondo, più nobile per le sue virtù che non per la sua discendenza regale! In essa, o Padre, hai collocato le arcane primizie della redenzione del mondo.

Per questo disegno di grazia, mentre guardiamo con venerazione e speranza gli

esempi della santa famiglia, eleviamo a te, o Padre, la nostra lode di figli:

Santo, Santo, Santo il Signore Dio dell’universo. I cieli e la terra sono pieni della tua gloria. Osanna nell’alto dei cieli. Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Osanna nell’alto dei cieli.

ANAMNESI

Mistero della fede.

Ogni volta che mangiamo di questo pane e beviamo a questo calice annunziamo la tua

morte, Signore, nell’attesa della tua venuta.

ALLO SPEZZARE DEL PANE

Il Signore Gesù a dodici anni cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

PADRE NOSTRO

Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male.

Liberaci, o Signore, da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni, e con l’aiuto della tua misericordia vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell’attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro salvatore Gesù Cristo.

Tuo è il regno, tua la potenza e la gloria nei secoli.

Signore Gesù Cristo, che hai detto ai tuoi apostoli: “Vi lascio la pace, vi do la mia pace”, non guardare ai nostri peccati, ma alla fede della tua Chiesa, e donale unità e pace secondo la tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen.

La pace e la comunione del Signore nostro Gesù Cristo siano sempre con voi.

E con il tuo spirito.

Ecco l’Agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati del mondo. Beati gli invitati alla cena dell’Agnello.

O Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa, ma di’ soltanto una parola e io sarò salvato.

ALLA COMUNIONE

Madre di Dio noi ti glorifichiamo perché da te nacque Cristo Signore, che salva tutti quelli che ti onorano. Santa Madre di Dio, rendici a te somiglianti nella vita di grazia.

DOPO LA COMUNIONE

Preghiamo.

O Dio, Padre santo, che ci hai nutrito con il Pane della tua mensa e ci rianimi con l’esempio della santa famiglia, concedi ai tuoi fedeli, che attendono alla missione di sposi e di genitori, di seguire sempre la legge dell’amore evangelico. Per Cristo nostro Signore. Amen.

RITI DI CONCLUSIONE

Il Signore sia con voi.

E con il tuo Spirito.

Kyrie, eleison.

Kyrie, eleison.

Kyrie, eleison.

Vi benedica Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo. Amen.

Andiamo in pace.

Nel nome di Cristo.

Newsletter

Per restare aggiornato, iscriviti alla Newsletter.

    Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei miei dati personali ai fini dell’invio delle Newsletter.Privacy policy

    WhatsApp

    Per ricevere le comunicazioni della Chiesa del Carmine ed essere aggiornato, scrivici con WhatsApp.

    Cliccando sul pulsante WhatsApp autorizzi la Chiesa del Carmine – Milano ad avere il tuo numero di telefono registrato sull’applicazione WhatsApp al fine di ricevere informazioni ed aggiornamenti in merito all’attività e agli eventi organizzati dal Titolare. Privacy policy